Make your own free website on Tripod.com

Page Views:

SITO UFFICIALE DEL GRUPPO  di Assemblea Permanente
AREAVERDEAGROPOLIS 

ovvero dove poter esprimere considerazioni libere che abbiano come obiettivo migliorare la qualità della vita: dalla nostra strada, al quartiere, alla comunità intera.





AreaVerdeAgropolis

rappresenta un gruppo di concittadini che, speriamo sempre più numerosi, si incontrano e deliberano iniziative riguardanti la difesa dell'ambiente e del territorio intorno a sè, facendosi valere presso le amministrazioni locali che hanno invece anteposto a questi principi i loro interessi politici ed economici.

In particolare, AreaVerdeAgropolis nasce ad Agropoli, in provincia di Salerno, sotto forma di Assemblea Permanente per il  controllo  sulle trasformazioni del territorio messe già in atto ma anche previste per il futuro dallo stesso Comune,  per salvaguardare la natura presente nella zona ed in difesa della salute di noi tutti.

L'iniziativa prende spunto dall'irrazionale istallazione nel 2011 di una stazione autobus a ridosso di civili abitazioni, decisa e messa in atto dall'amministrazione comunale di Agropoli incurante dell'inquinamento acustico ed atmosferico arrecati alla natura a ridosso del fiume Testene, 

ed incurante del danno arrecato alla salute degli abitanti della zona.

Tale istallazione dimostra che le autorità locali gestiscono l'ambiente secondo una politica che calpesta il diritto delle persone al benessere ed alla salute ma anche di essere indifferenti agli appelli ed alle obiezioni dei semplici cittadini, come se il nostro territorio fosse un loro affare privato!

AreaVerdeAgropolis  è pronta a non fermarsi dinanzi    alle difficoltà  ma anzi è pronta a farsi portavoce delle  problematiche del territorio, a partire da quelle logisticamente più vicine... ma non solo, coinvolgendo le competenti autorità istituzionali, politiche, giudiziarie               ma anche giornali, tv e quant'altro
     per portare a conoscenza dell'opinione pubblica 

                      le storture ambientali
              generate dalle amministazioni locali.







Una coppia di aironi raggiungeva ogni anno,  nel mese di giugno, la vegetazione sul fiume Testene.... da quando sono stati abbattuti alcuni alberi per far posto alla stazione degli autobus... non si sono più visti!




 

Padula e la sua Certosa


Nella sezione "fotografia"  è possibile visualizzare una bella ed unica sequenza fotografica della Certosa di Padula, eseguita dal dott. Walter Valletta e gentilmente concessa ad AreaVerdeAgropolis!







Finalmente sono legge la tutela degli alberi monumentali e la promozione del verde in città

sophora



Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Legge n.10 2013 diventa finalmente una norma dello Stato ed entrerà presto in vigore la legge per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, che porterà più verde e più bio-architettura nei nostri centri urbani e che tutela gli alberi monumentali.


“La norma per il verde in città, di cui sono stato relatore alla Camera – ha dichiarato Ermete Realaccie che è stata approvata in via definitiva al Senato lo scorso 21 dicembre, avrà buone ricadute economiche e sociali, sia in termini di occupazione nei settori florovivaistico ed edile, che in termini di incremento del valore del patrimonio immobiliare”.


Attesa da tempo dal mondo della bio-archiettura e della vivaistica, la legge sugli spazi verdi è un utile strumento per lo sviluppo del verde architettonico e contribuisce così a uno sviluppo urbano sostenibile e alla bellezza delle nostre città, troppo spesso bistrattate.

“Tra i punti qualificanti del provvedimento, inoltre, l’istituzione del censimento degli alberi monumentali grazie al quale verranno valorizzati e tutelati i beni ambientali cittadini e in particolare gli alberi storici”.

Così Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd e relatore del provvedimento alla Camera, ha commentato la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e la prossima entrata in vigore della Legge.





Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano secondo l'UNESCO

by www.sitiunesco.it





Il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano sono il magnifico risultato dell'opera combinata della natura e dell'uomo.
I primi insediamenti umani risalgono al Paleolitico sino all’Età del Rame.

La presenza di queste antiche culture è testimoniata dalle tracce lasciate sia nelle grotte costiere sia in quelle interne lungo i percorsi del crinale dei massicci montuosi,

sia nel vallo di Diano.
Intorno al XVII secolo a.C. i Greci formarono la città di Poseidonia, mentre i Focei dell’Asia Minore fondarono Velia.
Con la caduta dell’Impero Romano iniziò il lungo periodo delle dominazioni barbariche.

Questo incontro/scontro fra diverse culture determinò il nascere di complessi architettonici

e pittorici di grande bellezza.
E’ il Parco mediterraneo per eccellenza grazie alla specifica tipologia ambientale che lo contraddistingue.

La macchia mediterranea si estende nella zona costiera insieme con gli ulivi e i boschi sempreverdi.
Nelle quote superiori e nell’interno si ergono querce, aceri, tigli, olmi, frassini e castagni, mentre, a quote maggiori, i faggeti coprono i monti. Vista la grande varietà della morfologia e della flora del parco, non è strana la presenza di una diversificata fauna.

Nelle zone montane si trovano le Aquile Reali, la Lepre appenninica e la Coturnice, che rappresentano forme animali autoctone appenniniche ormai estinte in molte parti del territorio.

Tra i pascoli vi sono lupi, volpi e martore.